Riabilitazione del pavimento pelvico

Di seguito proposta gamma di apparecchiature elettromedicali per la riabilitazione del pavimento pelvico tramite:
1) Elettrostimolazione: metodo passivo utilizzato nel caso in cui i muscoli perineali non vengano contratti volontariamente in modo adeguato.
2) Biofeedback: metodo che consente la registrazione di una contrazione o di un rilassamento muscolare. Il segnale registrato, elettromiografico o pressorio, viene trasformato in segnale visivo e/o acustico, permettendo alla paziente di verificare le contrazioni o il rilassamento ed imparare a compierli in modo corretto.

Totem-UG

Totem UG per stimolazione e biofeedback

Il TOTEM-UG è un’unità professionale indossabile dal paziente per la rieducazione dell’incontinenza urinaria e delle maggiori patologie del pavimento pelvico. Il macchinario utilizza protocolli di stimolazione e biofeedback personalizzabili dall’operatore sanitario. Il TOTEM-UG ha due canali di stimolazione e biofeedback e due pressori



Pelvicush

Pelvicush biofeedback senza inserimento di sonde

Il Pelvicush è il primo dispositivo al mondo che permette di rafforzare il pavimento pelvico senza l’inserimento di sonde endocavitarie. È possibile, infatti, svolgere gli esercizi di Kegel stando semplicemente seduti e visualizzare l’esecuzione del biofeedback su supporto tablet o smartphone. Pelvicush può riconoscere esattamente lo stato di contrattilità del pavimento pelvico. È inoltre usato per la riabilitazione sui bambini.